Dolo nei reati di utilizzazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti

GIURISPRUDENZA

COTRUFO & PARTNERS

Avvocati e Commercialisti

 

 

 

Nei reati di utilizzazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, ai fini del perfezionamento del reato, non vi è la necessità che il fine di evasione delle imposte ovvero di consentire a terzi l’evasione di imposta – operazione questa nel primo caso riferita al dichiarante fraudolento e nell’altro al soggetto che si avvale delle fatture relative ad operazioni inesistenti compiacentemente emesse dal reo – sia né l’unico scopo perseguito dal soggetto agente né il principale, potendo esso concorrere, sebbene in ipotesi statisticamente marginali, con altre finalità.

Avv. Francesco Cotrufo, avvocato e commercialista del foro di Bari

 

Tutte le news