Irap e medico ginecologo. Non dovuta per la Ctp di Bari. Avv. Francesco Cotrufo

GIURISPRUDENZA

Irap e medico ginecologo. Non dovuta per la Ctp di Bari. Avv. Francesco Cotrufo

Ctp di Bari, sentenza depositata 05.06.2019

Con ricorso/reclamo ex art. 17 bis D.lgs. 546/92, la Dott.ssa xxxx medico ginecologo, rappresentata e difesa dall’Avv. Francesco Cotrufo del foro di Bari, impugnava il silenzio rifiuto opposto dall’Agenzia delle Entrate Direzione Prov.le di Bari sulla istanza di rimborso delle somme versate a titolo di Irap. Assumeva la ricorrente che, non essendo dotata di autonoma organizzazione, non era soggetto obbligata al pagamento della imposta, presupposto della richiesta di rimborso delle somme versate indebitamente a tale tiolo.

Secondo il collegio Barese (Presidente Dott. Castellaneta Gianfranco – Relatore Dott.ssa Napoliello Assunta) il diniego opposto dall’Agenzia delle Entrate non ha fondamento logico-giuridico. Nel caso specifico, la dott.ssa xxxx aveva indicato nella dichiarazione dei redditi, costi per affidamento di servizi a società terza. In particolare, la società terza forniva allo studio medico, servizio di analisi di laboratorio per Pap Test.

Secondo il collegio, proprio l’affidamento a laboratorio esterno di analisi di routine è sintomo che non vi è alcuna autonoma organizzazione e, quindi, viene meno il requisito d’imposta.

Per tale motivo, la Commissione ha accolto il ricorso disponendo il rimborso delle somme indebitamente versate.

Avv. Francesco Cotrufo, avvocato e commercialista del foro di Bari

Tutte le news