Reato di dichiarazione fraudolenta: causa di non punibilitÓ a seguito di ravvedimento integrale.

GIURISPRUDENZA

COTRUFO & Partners - Avvocati e Commercialisti -

 

Reato di dichiarazione fraudolenta: applicabile retroattivamente la causa di non punibilità del ravvedimento integrale

È esclusa la causa di non punibilità per il contribuente accusato di dichiarazione fraudolenta se questi, nel ravvedersi, non paga integralmente il debito con l’erario prima dell’avvio delle indagini. L’applicazione retroattiva della norma del 2019 esige, infatti, l’integrale pagamento degli importi dovuti, sempreché il ravvedimento sia avvenuto prima dell’inizio di qualunque attività di accertamento. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 8174 del 24 febbraio 2023, con cui ha rigettato il ricorso degli imputati condannati per dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti.

 

Avv. Francesco Cotrufo, avvocato e commercialista del foro di Bari

Tutte le news