Omesso versamento dei contributi e messa alla prova. Nuova pronuncia della Cassazione. Avv. Francesco Cotrufo

GIURISPRUDENZA

La Corte di cassazione, con la sentenza n. 353 del 07 gennaio 2019, ha statuito che non va applicata la messa alla prova nei confronti dell’imprenditore, nonostante la sua dichiarazione circa l’impossibilità del versamento dei contributi omessi o del risarcimento del danno.

Secondi i Supremi Giudici, quindi, è pienamente legittimo il rigetto della richiesta di sospensione del procedimento con messa alla prova, quando l’interessato si è limitato a dichiarare di non poter risarcire il danno senza fornire alcuna prova o riscontro di tale impossibilità. 

 

Avv. Francesco Cotrufo, avvocato e commercialista del foro di Bari

 

Tutte le news